Registrati Ora!







News in Copertina

Guild Wars 2: Rising Flame: uno sguardo al passato?

Eccoci giunti  da qualche giorno, a giocare a questo nuovo episodio della living world, a circa un anno dall’uscita dell’espansione Heart of Thorns e dopo l’uccisione di Mordremoth (uno dei grandi draghi primordiali).

L’ambientazione si sposta su Ember Bay, una nuova area delle isole di Ring of Fire, area già presente in Gw1, dove furono incontrati per la prima volta i Mursaat (gli dei invisibili, osannati dai seguaci del Mantello Bianco).

Volcano Mouth

Volcano Mouth

Non vi voglio spoilerare la storia, tuttavia essa parte da Taimi a Rata Novus che ci informa che Primordus, il drago del fuoco,  si è risvegliato e si sta muovendo.

Ve lo ricordate, Primordus?

E’ uno degli antichi draghi, la storia principale di Guild Wars 1 PROPHECIES, ruotava sullo sconfiggere il Gran Distruttore (luogotenente di Primordus).

Per cui Rising Flame che introduce moltissime nuove skin (non acquistabili dal gem store), reintroduce i cuori (come il gioco base di GW2, anche se sono ora ripetibili), reintroduce una mappa senza l’esasperata verticalizzazione caratterizzata dalle precedenti mappe di HoT e guarda al passato della storia di GW1 (presenti i distruttori in grande quantità), si può dire che è effettivamente uno sguardo al passato sia per quanto riguarda le meccaniche di gioco che di ambientazione.

Inoltre introduce anche tutta una serie di migliorie, in vari aspetti del gioco:

  • Alert Target (Di default è Shift + T.)
  • nuova mappa PvP di tipo conquest,  Eternal Coliseum
  • Nuovo scoring system e schermaglie per il WvWvW

Eccovi la patch notes completa.

 

Leggendo le premesse di Rising Flame, un velo di nostalgia mi ha pervaso, per gli spunti tratti dalla vecchia ambientazione di GW1, che ci aveva coinvolto in maniera sicuramente migliore rispetto a quello che GW2 ha saputo fare (vuoi anche per la lingua italiana), tuttavia non posso che dare un giudizio positivo sul fatto che ArenaNet tenti sempre e comunque di mantenere tutte le aree del suo mondo giocabili e rigiocabili, spero pertanto che anche con questo update il focus non si sposti solo sull’ultimo contenuto uscito, ma che sappia comunque nel tempo mantenere vive le locazioni precedenti.

La vera sfida di ArenaNet tuttavia sarà come mantenere vivo l’interesse verso il gioco, il vero problema di ogni MMORPG è questo, personalmente dopo 4 anni, gioco ancora assiduamente a gw2, per cui nel mio caso ci sono riusciti, i nuovi contenuti sono programmati ogni 2-3 mesi.

Ditemi la vostra… cosa dovrebbe fare ArenaNet nei prossimi aggiornamenti? Siete soddisfatti di questo Rising Flame?

 

Guild Wars 2: Aggiornamenti nel primo trimestre 2016

L’aggiornamento del Q1 2016 offre nuovi contenuti ai giocatori, compresi i giocatori con account free, oltre ad  nuove aggiunte per i giocatori di Heart of Thorns, sono previsti aggiornamenti importanti ogni 3 mesi e poco prima annunceremo tutte le principali aggiunte, eccovi intanto una carrellata di aggiornamenti previsti per il primo trimestre:

 

  • Volo in deltaplano (Gliding) su tutta Tyria – I giocatori possono ora usare una delle caratteristiche più belle sbloccate attraverso il mastery system di Heart of Thorns in Central Tyria (si userà la mastery già sbloccata)
  • Combattimento contro il nuovo Shatterer  – nuovi obiettivi, scrigni e ricompense aggiornate e possibilità di usare i gliders in combattimento., nuovo back unico e nuovi achievement.
  • Riconoscimento del vostro supporto: sostenere i vostri alleati in combattimento (resuscitando alleati, curando, applicando boon e togliendo condizioni) lungo tutti gli eventi di GW2 contribuirà ad ottenere un contributo bonus e ricompense pari a chi fa del DPS la sua ragione di vita.
  • Squad UI: i commander saranno in grado di nominare dei luogotenenti che potranno aiutare il commander stesso nella gestione della Squad, organizzando sottogruppi, invitando o rimuovendo altri player, inoltre i commander potranno creare dei simboli che appariranno nel mondo del gioco e nella mini-mappa per contrassegnare nemici, giocatori ecc..
  • Nuovo anno lunare – l’evento della stagione torna il 26 gennaio, per due settimane e sarà accessibile a tutti i giocatori di Guild Wars 2
  • Nuovo PvP Mist Champion - Tybalt Leftpaw si unisce alla nuova modalità di gioco Stronghold, come un Mist Champion sbloccabile
  • WvWvW: sarà cambiato il sistema di upgrade degli obiettivi che si attuerà dopo aver ricevuto un certo numero di Dolyak e non in base a un timer, inoltre ogni giocatore nemico ucciso in WvWvW donerà un punto al proprio Server. Il numero di giocatori che potranno “rellare” da un singola uccisione sarà ridotto da 5 a 1, in modo da favorire i piccoli gruppi più organizzati, inoltre non sarà possibile resuscitare gli alleati morti mentre si è in combattimento.
  • Miglioramenti all’interfaccia dei Fractals of the Mists regolare la difficoltà del Fractal senza uscire e rientrare, e visualizzare di default le daily Fractal, un LFG migliorato e aggiunta di livelli di difficoltà più alti.
  • Nuova ala del Raid: Salvation Pass: utile per chi vorrà costruire l’armatura leggendaria (non vi è ancora una data di rilascio per questo update)
  • Balance update (abilità, tratti e specializzazioni) 

 

 

Guild Wars 2: Heart of Thorns: Primo Raid disponibile dal 17 novembre

ArenaNet™ ha annunciato oggi Spirit Vale, il primo importante aggiornamento di Guild Wars 2: Heart of Thorns e la prima esperienza sulla nuova meccanica dei Raid , in arrivo il 17 novembre. Spirit Vale rappresenta il primo di tre ali che andranno a formare il primo Raid completo di Guild Wars 2, introducendo un nuovo stile di contenuti più impegnativi. I Raid in Heart of Thorns saranno completamente diversi da quello che i giocatori hanno provato finora, una sfida a 10 giocatori, creata per offrire incontri epici e importanti premi, ogni Boss ha una varietà di armi e armature Ascended che può droppare, questi drop danno la possibilità inoltre ai giocatori di scegliere le statistiche fra una certa gamma di opzioni, inoltre avranno altri drop unici come le miniature.

Ogni volta in una settimana che uccidete un Boss inoltre otterrete 2 Gold  e un Compendium of Knowledge. Uccidere un qualsiasi Boss vi permetterà anche di sbloccare la possibilità di costruire armature leggendarie.

Iniziando con Spirit Vale, i giocatori potranno scoprire rapidamente che i Raid in Guild Wars 2: Heart of Thorns, hanno tutti la stessa distinta meccanica di gioco che è possibile apprezzare all’interno del gioco, con combattimenti orientati all’azione dove il successo si basa sulle abilità e il fulcro sono le strategie in tempo reale. Per conquistare le sfide con i Raid in Heart of Thorns, saranno necessarie strategie attive, coordinazione e build studiate.

Come ogni viaggio in Guild Wars 2, i Raid in Heart of Thorns approfittano della ricca tradizione e del profondo universo scoperto nel gioco, per dare maggiore esperienza alla storia. Ecco come sarà il viaggio per i giocatori che entreranno in Spirit Vale, quando sarà rilasciato, il 17 novembre:

 

  • Allies in Need –Un Pact squad è scomparso a nord di Maguuma, e voi ed i vostri alleati siete la loro unica speranza. Ma la foresta mortale non è l’unico rischio per l’operazione salvataggio – la zona nasconde segreti oscuri e strane magie
  • Squad UI migliorata – Insieme all’aggiunta della prima ala del Raid, puoi organizzarti su un livello completamente nuovo con l’interfaccia utente migliorata della squadra. Questa funzione vi permetterà di organizzare, comandare e guidare il tuo raid di dieci giocatori o una squadra fino a 50 giocatori World vs World e Tyria in generale.
  • Ricompense leggendarie – Maggiore è il rischio, maggiori sono le ricompense. Conquistando i raid inizierai a raccogliere, lungo il sentiero, i componenti di cui ha bisogno per costruire una leggendaria armatura. È inoltre possibile trovare ingranaggi, miniature, e nuove uniche armi.

gw2_hot_11_2015_sv-screenshot-4gw2_hot_11_2015_sv-screenshot-7